Cristalloterapia

Cristalloterapia, il potere medico delle pietre

Cristalli come vere e proprie medicine. La Cristalloterapia  è una pratica di medicina alternativa, come l’agopuntura o la medicina ayurvedica, basata sull’utilizzo di minerali. Le pietre, secondo questo approccio, sarebbero dotate di un proprio campo energetico, un’energia vitale che viene trasmessa e rilasciata a chi li tocca o li indossa.

Quali sono i benefici della cristalloterapia?

Obiettivo della terapia è l’eliminazione di disfunzioni o malesseri mediante la collocazione di minerali su determinati punti del corpo. La Cristalloterapia è, infatti, una metodo terapeutico energetico, con il quale pietre dure e cristalli influenzano l’aura in cui ognuno di noi è avvolto. I cristalli, disposti secondo una rigorosa logica, rimuovono i blocchi energetici che causano problemi di salute.

Come funziona?

Questa terapia si basa sull’assunto che nel corpo umano esista un campo energetico che interagisce con l’energia universale. Il malessere è dovuto ad uno squilibrio energetico e, per essere debellato, è necessario ristabilire  il giusto flusso.

Nella cristalloterapia è molto importante la disposizione delle pietre sul corpo. Essi devono infatti venire a contatto con i chakra: centri di energia presenti nel corpo umano che regolano le funzioni organiche, psichiche ed emotive. Ecco come sono posizionati i nostri 7 chakra:

  1. alla base della colonna vertebrale,
  2. nella zona lombare,
  3. sopra dell’ombelico,
  4.  al centro del petto,
  5. a livello della tiroide,
  6. tra gli occhi
  7. nel punto più alto della testa.

La posizione ottimale per una seduta di cristalloterapia è quella sdraiata. Così distesi si facilita l’attivazione dei chakra che permettono all’energia esterna di penetrare il corpo.

Quali pietre utilizzare?

cristalloterapia

E’ complesso cercare di catalogare tutti i minerali e i loro benefici.

E’ possibile provare una semplificazione classificandoli per colore:

  • Il cristallo rosso, come il rubino, stimola la circolazione e combatte la debolezza psicofisica;
  • La pietra blu, ad esempio lo zaffiro, agisce sul malessere muscolare;
  • Il cristallo verde, come lo smeraldo, ha un effetto detox soprattutto per combattere lo stress;
  • I cristalli arancioni favoriscono il metabolismo;
  • Le pietre gialle agiscono sulla digestione e sull’intestino,
  • I minerali viola, come l’ametista, combattono la stanchezza;
  • Infine quelli neri, come l’onice, equilibrano le energie.

I benefici delle gemme erano noti da tempi antichissimi. I Romani erano soliti indossarle per attrarre energie positive e forza.

Chiamata litomedicina, la pratica di utilizzare pietre preziose a scopi curativi era esercitata da  varie culture asiatiche ed europee.

La cristalloterapia non la presunzione di curare ogni malattia, ma si pone come complemento naturale agli altri metodi terapeutici.

Autore dell'articolo: Tiziana Troisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *