Escursione in mountain bike

Chiunque abbia la passione per le escursioni in mountain bike non aspetta altro che la calda stagione per poter fare una bella escursione, magari proprio lungo percorsi mai esplorati prima: l’estate è considerata proprio la stagione ideale per le gite fuori porta.

Pedalare in mezzo alla natura, infatti, soprattutto per un’escursione che prevede dei periodi in bici più estesi rispetto agli allenamenti, rigenera il corpo e la mente, dandoti un senso di benessere, oltre che permette di vedere nuovi e spettacolari panorami e provare strade mai percorse.

Come per i viaggi, anche per le escursioni è bene fare una lista di tutto ciò che non si può non portare con sé: tutto deve essere perfetto e chi va in escursione deve essere pronto a fronteggiare gli inconvenienti che possono presentarsi durante la pedalata.

L’imprevisto è sempre dietro l’angolo, ma si può rimediare.

Pedalare su un sentiero nuovo, rimanendo fuori anche per tutta quanta la giornata, è una sorta di sfida e può capitare di trovarsi in difficoltà, anche ai più esperti.

Innanzitutto, non è necessario portare con sé un mega zaino pieno di roba superflua: il peso sulle spalle sarà poi fastidioso durante l’escursione e magari l’esagerare con roba futile porta alla tendenza di lasciare a casa cose che al contrario potrebbero servire.

Essere pronti per superare qualsiasi inconveniente significa partire preparati.

Di sicuro, non si può non partire senza un K-way, fondamentale per l’abbigliamento mountain bike in caso di pioggia, e un po’ di cibo, ma senza esagerare.

Ma bisogna anche portare con sé degli attrezzi di ricambio, perché tutto può succedere:

  • k-way;
  • zainetto sulle spalle o in sella,
  • una camera d’aria,
  • una pompa portatile,
  • un kit per la riparazione delle forature alle ruote,
  • un leva gomme,
  • un lubrificante,
  • una falsamaglia.

Tutte cose che possono servire e salvare in determinate situazioni.

Per viaggiare comodi, è preferibile portare uno zaino o, meglio ancora, riporre tutto in un borsello sottosella, in modo tale da non avere ingombri.

Prima di qualunque uscita prolungata in mountain bike è inoltre importante fare un vero e proprio tagliando al proprio mezzo, curandosi di lubrificare e pulire a fondo le parti meccaniche, verificare le condizioni della catena e far esaminare i copertoni.

Niente è mai eccessivo e nulla deve essere mai lasciato al caso quando si tratta di verificare lo stato della propria mountain bike, perché in questo modo si potrà evitare gran parte dei contrattempi e si garantirà senza ombra di dubbio una sicurezza maggiore.

Tu sei un appassionato delle escursioni in mountain bike?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *