Una passeggiata alla scoperta del Parco del Colle Oppio è l’ideale per conoscere un po’ la storia della città eterna. Ci troviamo precisamente vicino ad uno dei monumenti più famosi al mondo, ci riferiamo ovviamente al Colosseo, e ancora a locali del alternativi e alla moda come l’Os Club a Roma.  

 

Il Parco, che ad oggi ricopre tutta la zona dell’omonimo colle, per intenderci l’antico Septimontium di Roma, presenta ampie zone verdi e resti di monumenti che ricoprono un grande valore storico, artistico e culturale, quali: il padiglione della Domus Aurea neroniana, le Terme di Tito e ancora le Terme di Traiano.

 

Il padiglione della Domus Aurea neroniana, o per dire ciò che rimane di quello che era certamente un imponente edificio, consta di circa 150 stanze. Per cercare di comprendere le sue dimensioni è possibile pensare che la sua estensione corrisponde a circa 3 campi di calcio, mentre gli affreschi e gli stucchi presenti al suo interno ricoprono una superficie 30 volte più ampia della cappella Sistina.  A dir poco notevole.

 

Per quanto riguarda le Terme di Tito, che si trovano quasi a ridosso della stessa Domus Aurea, tanto da supporre che in realtà fossero i bagni della stessa Domus, probabilmente erano fornite di una scalinata di accesso che dal Colosseo portava direttamente a questi ambienti termali che ad oggi, purtroppo, sono quasi del tutto scomparsi.   

Soltanto nel 1871, in seguito alle pressanti e nuove esigenze della città, il Parco del Colle Oppio viene destinato ad essere usato come giardino pubblico. L’aspetto attuale delle sue pendici risalgono però al periodo di Mussolini e in particolar modo alle opere messe in atto all’interno dei programmi urbanistici pianificati per Roma, volti a riportare in auge il suo antico e glorioso passato.

 

Gli ingressi monumentali al Parco sono numerosi e sono impreziositi dalla presenza di numerose fontane che funzionano sfruttando la pendenza naturale del luogo. Tra queste, in particolar modo, ricordiamo per bellezza la fontana delle anfore, l’ampio ninfeo con decorazioni realizzate del tutto in tufo, e ancora le fontane gemelle.

All’interno di una città così grande e così ricca di verde pubblico, l’ulteriore presenza del Parco del Colle Oppio, che ad oggi rappresenta un’oasi di pace e relax, un esempio di bellezza archeologica nel cuore di Roma, non può che essere apprezzata dai cittadini e dai visitatori che ogni giorno affollano le vie e i monumenti della capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *